Oggi parliamo di skin care del futuro e diagnosi della pelle. Tutte noi conosciamo l’importanza di prenderci cura del nostro viso, ma siamo davvero sicure di usare i prodotti giusti e, soprattutto, adatti alla nostra tipologia di pelle? E se fosse un selfie a suggerirvi la skin care più adatta alle vostre esigenze? Sembra incredibile ma è così: grazie alla tecnologia basata sull’intelligenza artificiale, oggi basta un autoscatto per conoscere immediatamente le caratteristiche della propria pelle, le proprie aree di criticità e i prodotti più adatti a risolverle. Tutto questo è possibile grazie all’algoritmo SkinConsultAI impiegato per la prima volta da Vichy, che analizza i segni visivi del volto e si basa su 15 anni di studi che hanno coinvolto un campione totale di 4mila donne e uomini tra i 20 e gli 80 anni.

Il funzionamento per ottenere una diagnosi della pelle personalizzata è semplicissimo: basta collegarsi al sito di Vichy e scattare o caricare un selfie del proprio viso. L’analisi individua le proprie aree di forza e quelle su cui si deve invece intervenire riconoscendo la presenza più o meno evidente di sette segnali d’invecchiamento: rughe sotto gli occhi, mancanza di tono, rughe mimiche, mancanza di luminosità, macchie scure, rughe profonde e pori profondi. Nell’ultimo step si riceve una routine di prodotti su misura per prendersi cura al meglio delle necessità specifiche della propria pelle. 

Se anche per voi ritagliarvi il tempo per andare dal dermatologo è difficile a causa dei mille impegni quotidiani, il programma SkinConsultAI di Vichy può essere una soluzione alternativa: basta un click e non richiede registrazione. Grazie ad un semplice selfie questo programma promette di fornire un’analisi con un elevato livello di precisione perché è stato sviluppato con l’aiuto di dermatologi professionisti. In base all’analisi del mio volto ho scoperto che il mio punto di forza è la tonicità, mentre il consiglio dell’algoritmo è di utilizzare prodotti che ravvivino la luminosità dell’incarnato.

Ma non è ancora tutto: sapevate che ogni giorno il nostro corpo perde uno strato di pelle? In pratica abbiamo un’epidermide “nuova” ogni mattina. Soprattutto se avete una vita molto frenetica e passate molte ore fuori casa, la vostra pelle sarà maggiormente soggetta all’azione di fattori esterni e interni che rischiano di danneggiarla e provocarne cambiamenti profondi. Se anche voi davanti ai mille prodotti per la cura del viso esposti sugli scaffali vi siete chieste quali siano davvero utili e quali no, la soluzione arriva dall’azienda di biotecnologie Ici En Orbite. 

Ici en Orbite propone uno siero + scanner che ogni giorno analizza lo stato della vostra pelle e vi suggerisce come agire. Lo scanner si connette tramite bluetooth all’app Ici e gli trasmette i dati sulla situazione dell’epidermide e le sue particolarità. La cosa che più mi ha colpito è che, indipendentemente dal risultato, non avrete bisogno di comprare più prodotti: vi basterà il solo siero. In base ai risultati dei test giornalieri potete regolare voi stesse le manopole degli erogatori e ottenere la combinazione adatta al vostro viso secondo l’esigenza del momento. 

Un prodotto di questo tipo unisce così la praticità di un’analisi quotidiana personalizzata alla convenienza di avere già tutto ciò che vi serve in un unico prodotto. Una funzionalità sicuramente apprezzabile da tutte le donne, soprattutto a chi la mattina va di corsa, ma vuole comunque essere certa di prendersi cura al meglio della propria pelle e contrastare il temuto invecchiamento!  

E voi che ne pensate, preferite avvalervi del parere del dermatologo tradizionale, oppure siete curiose di provare la diagnosi della pelle del consulente virtuale?

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here