“Tutti sono in prima fila, e questo è uno spettacolo sulla vita quotidiana” ha detto Karl Lagerfeld alla sfilata di Chanel, al Grand Palais a Parigi; sfilavano gonne al ginocchio con zip aperta, comode, quasi sportive, quelle che ogni donna sceglierebbe.

“La moda non è più solo per un élite: la moda è per tutti, è aperta e guidata dai social media! Instagramabile!”

Paris-Fashion-Week

Il digitale è uno dei protagonisti di questa Fashion Week: nella collezione di Louis Vuitton i metodi di costruzione degli abiti sono digitali e si riflettono in tessuti di lusso, collegando ad esempio l’alta tecnologia al cashmere classico. Una delle vere “scoperte” di questa stagione è Manish Arora, che propone stampe digitali su abiti ispirati all’India e alla cultura indiana.

Paris-Fashion-Week

Nella sfilata di Luis Buchinho sono i tagli a essere eseguiti con tecniche digitali. Stampe e fantasie a fiori sono i protagonisti nella sfilata di Leonard; ci sono abiti morbidi e comodi, e foulard legati al collo o alle borse.

In questa Fashion Week i pantaloni continuano a essere larghi e morbidi: nella collezione di

Ellery sono a “campana” e non superano la caviglia; appliques e spille (stelle, facce, bocche, e personaggi dei cartoni animati) che ricordano le emoticons compaiono sui cappotti e sui giubbotti di jeans. C’è una bigiotteria stravagante e catene extra large e extra long per gli occhiali da sole (Chanel, Westwood). Una Fashion Week Digitale, proprio come piace a noi!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here